D 214 Quali sono tutte le differenti “forme” del programma di studi universale?

 

D # 214: Quando Un corso in miracoli nel Manuale fa riferimento alle “molte migliaia di altre forme” del programma di studi universale, cosa intende, esattamente? Dal momento che non ci sono così tante religioni, contano anche quei “percorsi” come la musica, o l’amore per la natura, come possibili vie per tornare a casa?

 

R: “Molte migliaia” non va inteso letteralmente, significa semplicemente “un grande numero”. Inoltre non si riferisce necessariamente a percorsi religiosi in maniera inclusiva. La religione può essere un percorso per qualcuno, può essere un deterrente per altri, e può persino essere usata come un attacco. Il messaggio importante in questa sezione è che c’è solo un risultato – Dio; solo un contenuto nel nostro apprendimento – disfare il nostro credere nel pensiero di separazione da Dio, ma molte, molte forme per attuarlo. Di fatto, qualsiasi forma può riflettere questa scelta fatta nella mente. Ciò che in realtà si verifica è una decisione nella mente di non scegliere più l’ego, che è una scelta di non negare Dio. Questa scelta diviene poi manifesta nel sogno, in tutte le forme che costituiscono la situazione di vita di un individuo. Incomincia con una consapevolezza che non ci sono interessi separati. Questo si può verificare in “migliaia” di modi diversi. Un buon esempio di questo è la decisione di Helen Schucman e Bill Thetford di “trovare un modo migliore” di relazionarsi con i loro colleghi del Columbia Medical Center, insieme. Essi non stavano cercando coscientemente un percorso spirituale verso Dio. Essi veramente non avevano più interesse a mantenere la discordia ed il conflitto nel loro ambiente di lavoro ed erano sinceri nella loro decisione di cercare insieme. Questa decisione fu presa nella mente e divenne manifesta per loro nel sogno in questa forma e alla fine nella forma di Un corso in miracoli.

La sezione del manuale a cui fai riferimento parla di questo nella definizione dell’insegnante di Dio: “…in qualche modo, da qualche parte, egli ha fatto una scelta deliberata in cui non ha visto i propri interessi separati da quelli di qualcun altro” (M.1.1:2). E’ questo contenuto ad essere il percorso per tornare a casa in Dio, indipendentemente dalla forma che può assumere nel sogno. E’ molto importante fare questa distinzione tra forma e contenuto per comprendere il resto della descrizione: “Ha fatto un accordo con Dio anche se non crede ancora in Lui… Essi provengono da ogni parte del mondo. Vengono da tutte le religioni e da nessuna. Sono quelli che hanno risposto. Il Richiamo è universale. Continua sempre e ovunque” (M.1.1:6; 2:1,2,3,4,5 corsivo aggiunto). E’ chiaro dunque che né la religione né il credere in Dio sono richiesti perché uno sia sul percorso che conduce a Dio. “Molte migliaia di altre forme” può effettivamente essere riformulato con “qualsiasi forma”, perché la forma non ha importanza. Essa riflette semplicemente una decisione presa nella mente. Quando la decisione in favore di Dio viene fatta completamente “Non c'è sentiero che non conduca a Lui” (T.31.IV.11:7). D’altro canto, per quanto bella o religiosa possa essere una forma, senza questo contenuto non porterà da nessuna parte.