attacco

Il tentativo di giustificare la proiezione della colpa sugli altri, dimostrando la loro peccaminosità e la loro colpa cosicché possiamo sentircene liberi; dal momento che l’attacco è sempre una proiezione della responsabilità della separazione, non è mai giustificato; usato anche per indicare il pensiero di separazione da Dio, per cui crediamo che Dio ci attaccherà e ci punirà di rimando.

(Nota — “attacco” e “rabbia” sono virtualmente sinonimi)