Secondo gli insegnamenti di Kenneth Wapnick

D 576 Com’è possibile che Gesù sia entrato nell’illusione se sapeva che non era reale?

 

D # 576: Vediamo se ho capito correttamente – tutto di questo mondo e ogni cosa in esso è un pensiero che tutti noi abbiamo – parte di una minuscola, folle idea che si è infilata nella mente del Figlio addormentato per un piccolissimo istante soltanto. Di fatto la mia identità nella persona che penso di essere è solo un frammento del sogno di Cristo – e chiunque nel sogno è anche un frammento nel sogno e tutti noi stiamo sognando, o piuttosto Uno di noi sta sognando di essere molti e tuttavia in verità no –sta sognando un sogno solo di un istante, ma sta ancora sognando. Quindi la mia grande domanda è – com’è possibile che Gesù sia entrato nel sogno sapendo che era solo un sogno? Se è vero che deve essere stata la parte “corretta” della Mente di Cristo che lo ha inviato – che penso significhi in verità che l’Unità della Figliolanza lo ha mandato – come ha fatto ad arrivare qui senza essere influenzato dall’illusione. Voglio dire come ha fatto a venire con la conoscenza che non era reale? Posso comprendere che forse uno può immaginarlo ma sembra che egli sia venuto senza immaginarlo – com’è possibile?

 

R: Prima di tutto c’è un punto da chiarire: Un corso in miracoli non si riferisce a Cristo come a colui che si sia addormentato e stia sognando. Cristo è l’estensione della Mente di Dio che non ha mai dimenticato la Sua vera Identità. Il Corso usa il Figlio di Dio per riferirsi sia al Cristo che alla parte illusoria – la mente separata – che sembra essersi addormentata e fa un sogno di separazione da Dio. Ma nella realtà il sogno non è mai avvenuto e Cristo resta immutato (L.pII.6:1,2,3).

 

Per quanto concerne la tua “grande domanda”, è utile ricordare che la storia del Figlio di Dio che si addormenta e sogna un mondo di separazione da suo Padre è un mito, un insieme di simboli per correggere la storia che l’ego ci ha raccontato di peccato, colpa e paura, e di un Padre arrabbiato, deciso a distruggere Suo Figlio per il suo attacco nei Suoi confronti. La mente fuori dal sogno non sta agendo sul sogno per svegliare il Figlio addormentato e tutti i frammenti che nei quali si è apparentemente frantumato. E non c’è alcun Gesù che viene da fuori del sogno che possa essere stato “mandato” nel sogno.

 

C’è il ricordo di unità che resta nella mente del Figlio dopo che sembra essersi addormentato E quel ricordo può essere simbolicamente rappresentato più astrattamente dallo Spirito Santo o più specificatamente e concretamente dalla figura di Gesù (tra altre figure che rappresentano il risveglio). Ma entrambi sono simboli di quel ricordo che abbiamo portato nel sogno, che è presente in ogni frammento separato – tutte le varie identità individuali.

 

Proprio come quando stai dormendo e sogni di notte ed alcuni personaggi del tuo sogno possono rappresentare la colpa e le paure del tuo ego, ed altre possono essere simboli della tua sanità mentale della mente corretta, così anche i personaggi del nostro sogno collettivo di risveglio possono servire le stesse funzioni. E proprio come non c’è nulla fuori della nostra mente che invia personaggi nei nostri sogni notturni, è la stessa mente divisa che manifesta simboli nei nostri sogni diurni per rappresentare le sole due scelte disponibili per noi – continuare a dormire e sognare o procedere verso il risveglio.

 

Puoi anche trovare utile la domanda #473 su Gesù, così come la serie di audio cassette di Kenneth dal titolo Jesus: Symbol and Reality.