Ho incontrato il Corso nel 1989 dopo una formazione umanistico- artistica confluita in una laurea in lettere classiche, e mentre la mia precedente carriera professionale nel mondo dell’arte volgeva al termine. Fin da bambina avevo avuto delle intense esperienze di Istante Santo, che non riuscivo a mantenere e da cui tornavo inaspettatamente alla dimensione ordinaria. E le prime due parti della mia vita avevano di fatto rappresentato dei tentativi solo parzialmente riusciti di comprendere tali esperienze e di espanderle.

Da anni mi occupavo molto seriamente di Crescita Personale, ma gran parte delle domande che mi ponevo continuavano a non ricevere risposta.

L’incontro con il Corso è stato folgorante. Fin dall’inizio sono stata colpita dalla profondità della teoria e dalla coerenza della didattica, ma anche dalla maestosità della sua tessitura poetica. Mi è apparso come un grande affresco in cui ogni dettaglio presentava lo stesso contenuto di amore e di profonda dolcezza. Era la Risposta che cercavo.

Ben presto ho iniziato a praticare con un gruppetto di amici le lezioni che traducevo settimanalmente, perché all’epoca non esisteva ancora la versione italiana. Nel contempo cercavo di studiare il Testo e di sintetizzarlo in qualche modo, ma questo si è rivelato un compito molto difficile. All’epoca non riuscivo a comprenderne appieno la struttura olografica e le mie sintesi lineari finivano regolarmente per dimostrarsi insufficienti e riduttive.

Solo nel 1995, cioè dopo 5 anni di intenso studio quotidiano, ho incontrato Kenneth Wapnick e sua moglie Gloria che avevo invitato a tenere una conferenza nel mio Centro di Crescita Personale a Torino. All’epoca ero la Direttrice Italiana di una corrente Americana di Crescita Personale.

L’incontro con Ken e Gloria è stato determinante. La loro comprensione del Corso, unita al senso di pace che emanava da loro, ha maturato in me la volontà di approfondire ulteriormente la mia ricerca con loro. Questa è stata una tra le molte decisioni che hanno simboleggiato un graduale rafforzamento della mia determinazione, e che si sono tradotte in importanti salti qualitativi nella mia vita e nel mio percorso di crescita.

Per questa ragione tra il 1996 ed il 2000 mi sono recata con regolarità alla Foundation For A Course In Miracles, che all’epoca si trovava a Roscoe, nello stato di New York, per approfondire la mia indagine direttamente con Ken ed il suo staff. Lì ho conosciuto uno studente che praticava il Corso da molti anni, e con lui ho completato lo studio basilare della teoria, sviscerando in profondità i grandi temi del Corso, e studiando nel frattempo tutti i libri di Ken e le registrazioni dei suoi seminari. Questa fase di preparazione congiunta è durata circa 10 anni.

E’ stato in quegli stessi anni che il mio studio alla Foundation, unito alla costante supervisione che Ken faceva del mio lavoro, mi ha permesso di iniziare ad insegnare il Corso sia in Italia che in altre nazioni europee. Ho gradualmente elaborato una quarantina di seminari, raggruppandoli infine in un percorso strutturato e sistematico che può sostenere lo studente nel proprio lavoro personale. I miei seminari sono tutti basati sulla mia comprensione ed esperienza del lavoro di Ken, che mi ha accompagnato nella mia evoluzione fino alla sua scomparsa nel 2013, e che ha supervisionato sia il mio lavoro che i miei scritti con una pazienza ed una cura inestimabili.

La mia vita è ora dedicata a dare quanto ho appreso. Viaggio continuamente per tenere i miei corsi e seguire vari gruppi di studio. Sono lieta di offrire il mio lavoro e la mia esperienza a coloro che vogliono studiare seriamente il Corso ed integrarne i principi nella propria vita, con lo scopo di raggiungere e mantenere quella pace che è il vero obiettivo del Corso.

E’ con questo spirito che ho accolto con gioia l’invito rivoltomi nel 2010 dalla Associazione per lo Studio e la Diffusione di Un Corso In Miracoli ad entrare a far parte del Comitato Direttivo.

Mi auguro che il mio impegno, congiunto a quello di Fulvio, di Isabella e di Ken, possa favorire una comprensione migliore di questo meraviglioso strumento di pace.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.