Secondo gli insegnamenti di Kenneth Wapnick

D 466 La mia liberazione dalla dipendenza è attribuibile ad un potere superiore?

 

D # 466: Per anni ho provato ogni metodo possibile ed immaginabile per liberarmi dalla dipendenza dalla nicotina. Dopo l'ultimo fallimento, ho deciso di non ricominciare mai più l'esperienza traumatica di smettere, e mi sono rassegnato ad essere un fumatore per il resto della mia vita. Una mattina mi sono svegliato alla solita ora, ma non ho aperto gli occhi. C'era qualcosa di veramente molto diverso. Mi sentivo in cielo. Una pace ed una tranquillità che non avevo mai sentito prima mi hanno fatto pensare di essere morto. Era come se l'ego fosse stato portato via da me: non ero nulla, ma ero tutto. Quando ho aperto gli occhi tutto mi sembrava molto diverso: luminosità pure e nello stesso tempo delicata per gli occhi. Nulla sembrava fisicamente vero. Non avevo alcuna bramosia, nessun desiderio e nessun pensiero per la sigaretta. Col tempo sono tornato nel modo di funzionamento dell'ego e la pace se ne è andata, ma tuttora non ho alcun interesse per le sigarette. Oggi, credo realmente che mentre dormivo un potere ben maggiore del mio ego mi abbia liberato dalla dipendenza alla nicotina. Potete trovare riscontro tra il miracolo che è successo a me e gli insegnamenti di Un Corso in Miracoli?

R: Contrariamente a quello che può sembrare dalla tua esperienza, il Corso non attribuirebbe l'intervento divino ad un avvenimento come quello che tu racconti. La metafisica del Corso rende chiaro che Dio non ha nulla a che fare con il mondo (T.11.VII.1, L.pI.166.2; C.4.1) — la nostra stessa mente determina la forma della nostra esperienza (L.pII.325.1:1,2,3,4). Ora questo non significa per negare che la tua esperienza — molto forte per te — possa essere un riflesso dell'Amore di Dio per te. Ciò nondimeno è la tua stessa mente che ha organizzato gli eventi di cui ti sei trovato a fare esperienza, compresa la liberazione dalla dipendenza alla nicotina — così come determina gli eventi dei tuoi sogni di notte.

Ad un livello del quale non sei cosciente, la tua mente ha fatto la scelta di accettare la pace anziché il conflitto. La tua decisione cosciente di smettere di battagliare contro la tua dipendenza può aver in parte rappresentato questo cambiamento. E la tua esperienza di assenza di ego quando ti sei svegliato suggerisce che ti sei permesso di metterti in uno stato di assenza di paura sufficiente ad aprire la mente e sperimentare i simboli della natura unitaria, non fisica della mente e della natura illusoria del mondo e del tuo corpo — insegnamenti fondamentali del Corso. In un tale stato, i bisogni personali non esistono (T.28.I.3:2). Il fatto che tu abbia riportato questo riconoscimento nella relazione con le sigarette nella tua vita quotidiana, significa semplicemente che non hai più bisogno della difesa contro l'amore che la nicotina rappresentava, come una nel vasto assortimento di sostituti per l'amore che opera l'ego (T.16.V.12). Perché è una decisione della mente che stabilisce la forma particolare di una dipendenza, e quindi è una decisione della mente di liberarsi di tale dipendenza. Alla fine, quando tutta la paura e la colpa se ne saranno andati, non avremo più bisogno di alcun sostituto dell'ego per l'amore che cerchiamo veramente. La tua esperienza ti ha dato un utile barlume su dove il Corso ci conduce, dove tutti siamo diretti.