Secondo gli insegnamenti di Kenneth Wapnick

D 427 Qual è la differenza tra "fare" e "creare"?

 

D #427: Potreste, per favore, confrontare ed indicare le differenze sul significato di "fare" e di "creare" secondo gli insegnamenti di Un Corso in Miracoli?

 

R: Come afferma il Glossary Index for "A Course in Miracles" di Kenneth Wapnick: "lo spirito crea, mentre l’ego fa" (p.144). Quello che lo spirito crea è vero e pertanto reale, ciò che l’ego fa è falso e pertanto irreale. Ogni qualvolta il corso parla di creare, fa riferimento al potere di creare di Dio, che Egli condivide con Suo Figlio. La creazione si verifica solo al di fuori del tempo e dello spazio, al livello della Mente. Nulla viene creato al livello della forma. Il Glossary Index afferma inoltre che fare può essere identificato con malcreare (p.144). Il pensiero di separazione è una malcreazione, che è l’ego, ed è responsabile di fare le illusioni che noi sperimentiamo come mondo della forma . L’ego "fa" questo mondo e il corpo come sostituto della verità della creazione di Dio, che è spirito. Comunque nulla di ciò che è “fatto” in realtà esiste. E’ illusorio perché non c’è un sostituito per la creazione di Dio.
A seconda della sua scelta di identificarsi con la verità dello spirito o con le bugie dell’ego, la mente ha il potere di creare o di malcreare. Credere che ciò che la mente malcrei ("faccia") sia reale introduce conflitto nella mente del Figlio. La mente allora viene messa di fronte alla scelta tra la sanità mentale o la pazzia, la verità o l’illusione, la guarigione o la malattia: "Il conflitto fondamentale di questo mondo, quindi, è fra creazione e malcreazione. Tutta la paura è implicita nella seconda, e tutto l’amore nella prima. Il conflitto è quindi tra amore e ogni forma di paura." (T.2.VII.3:13,14,15). Questo conflitto viene risolto attraverso il processo del perdono, mediante il quale impariamo ad accettare la correzione dello Spirito Santo di tutto ciò che l’ego ha fatto come risultato dell’aver preso sul serio il pensiero della separazione.