D 1166 L’ego può imparare?

 

D # 1166: L’ego può imparare?

 

R: No. L’ego è il pensiero di separazione preso sul serio. E’ l’effetto di una decisione fatta dalla parte della mente che sceglie (talvolta chiamata decision-maker). In quanto tale, non impara. Ciò che “impara” è la mente decisionale che è in grado di fare esperienza degli effetti della sua scelta, così dove ha scelto erroneamente può scegliere di nuovo. Quando Un corso in miracoli afferma che l’ego può imparare (T.4.I.2:13), si riferisce a questa parte della mente che prende la decisione.

Nel decidere di identificarsi con il sistema di pensiero dell’ego, la mente confonde se stessa con il corpo, nega il proprio potere di scegliere e diventa ignara della sua condizione naturale. Usa il corpo come depositario della sua colpa, dimostrando che il peccato della separazione ha avuto serie conseguenze. Così la mente rinforza la sua credenza nella colpa e nella separazione. L’obiettivo del programma di studi di perdono dello Spirito Santo mira ad insegnare alla mente che la separazione non solo non ha avuto effetti, ma non è mai neanche avvenuta (M.2.2). Quando la mente accetta l’obiettivo dello Spirito Santo, il corpo serve come specchio per riflettere di rimando la scelta che ha fatto e successivamente negato. Imparare a scegliere di nuovo è il solo apprendimento che avviene sempre. Si tratta di un processo di ricordare, piuttosto che di imparare. Ogni volta che la mente decide di ricordare il suo potere di scegliere, e sceglie lo Spirito Santo, disimpara l’identità di ego e indebolisce la credenza nella separazione. Alla fine la mente è guarita dalla credenza nella separazione e il ricordo di Dio ritorna alla consapevolezza: “Guarendo [tu, la mente] impari l’interezza e, imparando l’interezza impari a ricordare Dio” (T.7.IV.4:3).